made in Italy

SERVICE “FAI DA TE" – TIFONE AGRICOLTURA

Il presente Elenco ha lo scopo di fornire Informazioni ed Istruzioni Facili e Rapide direttamente all’Utente-Operatore per la soluzione della quasi totalità dei problemi che l’Atomizzatore può presentare.

 

 

IN CASO DI NECESSITA'

SERVIZIO TECNICO E RICAMBI
tel. 0039-0532-730586
fax 0039-0532-730588

e-mail: tifone@tifone.com

 

Servizio ASSISTENZA Subito
P.i. TASSI Alessio
Cell. 346-288 59 88 (24h / 24h)

assistenzasubito@tifone.com

 

Numero Verde 800 1232 237 (ore d’ufficio 8-12 - 13-19)

 

ANTIGOCCIA (dell’ugello) che perde.

Esistono diversi tipi di Valvole Antigoccia applicate agli ugelli:

      1. Tipo a MEMBRANA. Membrana rotta. Togliere il coperchietto e sostituirla.
      2. Tipo a PISTONCINO.
        • Non è stato fatto il lavaggio del circuito a fine lavoro e vi sono residui che ne ostacolano la chiusura.
        • La molla è rotta. Verificare, eventualmente, sostituire.
        • La guarnizione a labbro è rotta o danneggiata. Verificare, eventualmente, sostituire.
      3. Tipo a SFERA in acciaio inox (Brev. TIFONE)
        • Controllare la sfera in acciaio

Torna sopra


ANTIURTI TOTALE TIFONE A FRIZIONE AI CANNONI "FLEXIGUN".

Sistema a frizione che assorbe gli urti accidentali diretti al boccaglio del Cannone. Regolazione della tensione del sistema frizione: regolazione della tensione delle 4 viti e molle. Le dette 4 Viti e molle sono accessibili dopo sollevato il manicotto in gomma alla base del dopo allentato, la relativa fascetta. Il sistema a frizione deve essere normalmente regolato secondo il punto di "Reset" previsto, per ottenere un puntamento angolare entro il normale settore di lavoro. Una regolazione diversa da quella corrispondente a quella di "Reset" consente di operare su un settore diverso, desiderato.

Torna sopra


ATOMIZZATORI A 2 VENTILATORI CONTRO-ROTANTI A ELICA (TIFONE).

Regolazione della potenza dei flussi di irrorazione e della potenza assorbita.

      1. Regolazione del Passo Elica Posteriore: come di consueto: vedi ELICA VARIABILE ISTANTANEA TIFONE….La Regolazione.
      2. Regolazione del Passo Elica Anteriore, come segue:
        • Aprire il portellino di accesso, posto sul lato Dx del ventilatore anteriore.
        • Tramite la chiave speciale, allentare il dadone centrale che blocca la coppa elica.
        • Tramite la stessa chiave speciale, fare ruotare la coppa elica per regolare il passo come necessario
        • Poi, bloccare nuovamente il dadone centrale dell’elica e richiudere il portellino di sicurezza di accesso.

Torna sopra


ATOMIZZATORI A 2 VENTILATORI DOPPI CONTRO-ROTANTI A TURBINE (TIFONE).

Regolazione della potenza dei flussi di irrorazione e della potenza assorbita.

La potenza dei Flussi e la potenza Assorbita sono evidentemente correlati.
Gli Atomizzatori di questo tipo, consegnati dopo il 1° Sett.2010, possono essere dotati di Turbine Massime e di Sistema di regolazione della potenza dei flussi d’aria e della potenza assorbita.
Poiché tali Atomizzatori presentano 4 punti di aspirazione, corrispondenti alle singole 4 Teste atomizzatrici, la regolazione si effettua come segue:

- 1° Testa anteriore, lato serbatoio: tramite scorrimento opportuno del cilindro limitatore

- 2° Testa: tramite applicazione dei 2 semidischi e loro regolazione a necessità

- 3° Testa: tramite scorrimento opportuno del cilindro limitatore

- 4° Testa posteriore: tramite applicazione dei 2 semidischi e loro regolazione a necessità

Torna sopra


CARDANO, rompe i piedi della pompa.

Il difetto è causato dalla eccessiva lunghezza del cardano che, in curva, non ha sufficiente scorrimento ed arriva a spingere sulla pompa.
La lunghezza corretta del Cardano va determinata sulla macchina specifica che il Cardano deve azionare.

La regola è che :

      1. A trattore allineato con la macchina, i due tubi scorrevoli devono risultare infilati, l'uno nell'altro, ancora per almeno 1/3 della loro lunghezza totale.
      2. In condizioni di sterzata massima, ove lo spazio si accorcia, i due tubi Cardano devono presentare ancora una riserva di corsa di almeno 3 cm. Infatti, a fine corsa, il cardano inizia a spingere fortemente contro l’albero della pompa determinandone la rotture dei piedi o, addirittura, del corpo stesso della pompa.

 

CARDANO, come ottenere la sterzata massima ?

Per ottenere la sterzata massima occorre osservare i seguenti punti:

      1. Regolare, o modificare, gli attacchi al trattore e la lunghezza del timone della macchina trainata, in modo che la spina di accoppiamento = di articolazione, risulti equidistante fra le 2 crociere del cardano. In tal modo, l’angolo totale di sterzata sarà distribuito esattamente fra le due crociere.
      2. A trattore allineato con la macchina, i due tubi scorrevoli devono risultare infilati, l'uno nell'altro, ancora per almeno 1/3 della loro lunghezza totale.
      3. In condizioni di sterzata massima, ove lo spazio si accorcia, i due tubi Cardano devono presentare ancora una riserva di corsa di almeno 3 cm. Infatti, a fine corsa, il cardano inizia a spingere fortemente contro l’albero della pompa, determinandone la rotture dei piedi o, addirittura, del corpo stesso della pompa.

 

CARDANO... Quali altre attenzioni?

Il Cardano è un elemento molto importante, che può pregiudicare il Funzionamento e la Durata della macchina e la Sicurezza in lavoro. Esso deve scorrere liberamente anche sotto carico. Si consiglia di preferire i nuovi tipi di cardani con tubi a guida 'multilobo' che, anche se più costosi, assicurano un migliore scorrimento, anche nel tempo.

Il Cardano va tenuto perfettamente pulito e ingrassato. Controllare frequentemente il libero scorrimento dei due tubi le cui superfici scorrevoli devono essere mantenute perfettamente pulite e lubrificate.

In caso di deformazione o schiacciamento, anche minimo, dei tubi, lo scorrimento viene immediatamente compromesso, con gravi rischi personali per l'Operatore e per la macchina operatrice da esso comandata.

In tal caso il Cardano deve essere immediatamente sostituito con altro nuovo. IMPORTANTE il SUPPORTO CARDANO A RIPOSO (vedi).

 

CARDANO... Quando sostituirlo?

Quando esso non scorra liberamente, o quando esso sia minimamente danneggiato, il cardano deve essere sostituito.
Infatti, un Cardano che non scorre liberamente, produce gravi rischi e pericoli :

      1. Rischio di forte spinta e trazione sulla Pompa ad ogni minimo cambiamento di direzione e di livello del terreno, con sovraccarico dei cuscinetti, del corpo e dei piedi della stessa, fino a procurarle gravi danni.
      2. Sovraccarico delle crociere e dei cuscinetti del cardano stesso, con il GRAVE Pericolo di una sua improvvisa rottura con grave pericolo rischi per l'Operatore e per altre persone presenti.

 

CARDANO... Specifico per ogni macchina?

Un cardano specifico per ogni specifica macchina ? SI, Assolutamente !

Una lunghezza precisa adattata per ogni specifica macchina ? SI, Assolutamente !

Infatti, il Cardano è un organo assai importante al quale deve essere data la massima attenzione, sempre :

      • Dal momento del primo montaggio, ad ogni utilizzo e sempre durante l'uso della macchina.
      • Importantissima è la sua Lunghezza, che deve essere adattata esattamente alla macchina.
      • Un Cardano troppo corto è assai pericoloso per l'Operatore poiché può sfilarsi e divenire micidiale !!!
      • Un Cardano troppo lungo è assai pericoloso-dannoso per la macchina in quanto, in curva, spinge sulla pompa e può danneggiarla fino a 'sfondarla'.
      • Il Cardano deve quindi essere precisamente adattato alla singola specifica coppia "trattore-macchina da azionare", per una Lunghezza che risponda ai seguenti punti :
        1. In posizione 'retta', i tubi scorrevoli devono essere ancora infilati uno nell'altro per almeno 1/3 della loro lunghezza totale,
        2. In posizione di 'sterzata massima', deve rimanere uno spazio di riserva di scorrimento per almeno 3 cm, fra le due estremità dei tubi per evitare che essi arrivino a 'pacco' e premere direttamente sulla pompa e danneggiarla gravemente.

 

CARDANO... Supporto cardano a riposo.

Il Supporto Cardano a Riposo è un dispositivo molto utile, atto ad accogliere e trattenere sollevata l’estremità del cardano lato trattore, evitandone l’appoggio al terreno e proteggendolo quindi dal fango e dalla polvere ed anche da urti accidentali, durante i periodi di non utilizzo della macchina.

Il Supporto Cardano a Riposo è disponibile per tutti i modelli di Atomizzatori , sia Portati da trattore che Trainati.

(Servizio Ricambi, Tel…39(0)532-730.586, Fax…39(0)532-730.588)

Torna sopra


CARICA ELETTROSTATICA… Controllo del funzionamento.

Il controllo del funzionamento si effettua come segue:

      • attivare l’interruttore di comando: La spia si accende.
      • se la spia NON si accende, controllare il circuito di alimentazione ed eliminare il guasto
      • se la spia SI accende, utilizzare un cacciavite isolato per verificare la potenza della scintilla.
      • se la scintilla è molto debole o nulla, verificare che non vi sia un cortocircuito fra l’elemento Polarizzatore e la parete di contatto. Ciò può avvenire in caso di deposito di materiale da miscela antiparassitaria solidificata.
        • Rimedio: Disattivare la Carica Elettrostatica,
        • Scaricare la corrente residua tramite un cacciavite isolato,
        • Eliminare ogni deposito di materiale fra l’elemento Polarizzatore e la parete.
        • In seguito, fare il lavaggio a fine giornata di lavoro.

Torna sopra


ELETTRO-REGOLATORE DI PRESSIONE...Se Non funziona.

Il suo mancato funzionamento è dovuto, quasi certamente, al mancato arrivo di corrente.

      1. Se L'Elettro-Regola Pressione funziona "solo a volte", molto probabilmente si tratta di una connessione elettrica instabile. O ad un fusibile saltato se presente nel circuito. Rimedio: Controllare tutti i punti del circuito e serrare i punti di connessione elettrica non stabili o incerti.
      2. Se L'Elettro-Regola Pressione “non funziona assolutamente”, ciò può essere dovuto a :
        • ancora ad una connessione elettrica instabile, o ad un filo rotto
        • ad un fusibile saltato (ove presente)
        • al danneggiamento del motorino elettrico (assai raro)
        • Rimedio: Provare ad alimentare il motorino elettrico direttamente da una batteria
        • se il motorino funziona cercare il punto del circuito ove interrotto.

Torna sopra


ELETTROVALVOLA..... Se Non funziona..

Il mancato funzionamento può essere causato da :

A...Mancanza di arrivo di corrente (caso più probabile)
B...Consumo accentuato della valvola a sfera (dopo un uso prolungato negli anni o per l'uso di prodotti particolarmente abrasivi).

Per il controllo procedere nell'ordine:

      • IPOTESI "A"...Mancanza di arrivo di corrente. Controllare in successione:
        1. che le spine elettriche di collegamento siano ben innestate,
        2. che l'eventuale fusibile non sia saltato,
        3. che l'impianto non presenti interruzioni o abrasioni,
        4. che le connessioni all'interruttore siano positive.
        5. Il controllo rapido può essere effettuato tramite un semplice tester.
      • IPOTESI "B"...Consumo accentuato della valvola a sfera.
        1. Se si è trovato il fusibile saltato,
        2. e non si siano trovate cause credibili nell'indagine IPOTESI "A".
        3. ed il fusibile salta di frequente,
        4. potrebbe trattarsi della sfera della valvola stessa che, consumata, produce elevato attrito in rotazione, con conseguente elevato consumo di corrente da parte del motorino Bosch.

Rimedio: Smontare la scatola, Verificare ed, Eventualmente, sostituire la valvola a sfera.
SERVIZIO TECNICO TIFONE tel. 0039 - 0532-730586, e-mail tifone@tifone.com

Torna sopra


ELICA VARIABILE ISTANTANEA TIFONE. La Regolazione.

La regolazione dell’Elica TIFONE è rapida e facile. Occorre però fare un po’ d'esercizio, per apprendere come fare l’operazione con naturalezza e in soli 6 sec.

Tenere presente che l’Elica ha un limitato peso inerziale perciò, sia l’operazione di sbloccaggio che di bloccaggio, vanno effettuate in modo leggermente "atletico".
Occorre solo apprendere come fare un movimento rapido della "chiave di regolazione".

Informazione di base:

      • La griglia frontale del ventilatore presenta un disco con foro centrale, per l’entrata della chiave, e raggiungere così il centro del “dadone” dell’elica dotato di incasso a croce.
      • Attraverso una delle varie fessure della stessa griglia, la chiave può poi raggiungere una delle “asole periferiche” presenti sulla coppa dell’elica, coppa la cui rotazione ne determina la regolazione.
      • La chiave di regolazione sarà ruotata in senso “antiorario” per allentare il “dadone" centrale dell’elica ed in senso “orario” per ribloccarlo, dopo la avvenuta regolazione.

Per effettuare la Regolazione:

      1. Impugnare la chiave regola-elica come segue (per operatori “destri”)
        • con la mano Sinistra, tenere saldamente la parte retta estrema della chiave (la parte lunga con l’estremità finale piegata ad “L”)
        • con la mano Destra, tenere invece saldamente la parte estrema della parte corta articolata della chiave.
      2. Concentrarsi ora sul fatto che, la mano sinistra dovrà solo tenere l’estremità piegata entro l’incasso a croce del “dadone” centrale dell’elica, mentre con la mano destra si dovrà trasmettere una “forza istantanea”, forte abbastanza per fare ruotare il detto dadone di bloccaggio.
      3. Concentrarsi anche sul fatto che, il peso dell’elica è molto limitato, per cui dovremo sfruttare al massimo la sua bassa massa inerziale.
      4. Concentrarsi anche sul fatto quindi che, se applichiamo un movimento torsionale in modo lento, non otterremo un effetto sufficiente a sbloccare il detto dadone. Quindi, un movimento rapido della mano destra, uno “strattone” è essenziale.
      5. Concentrarsi anche sul fatto che, prima di effettuare il rapido movimento suddetto, per ottenere il massimo effetto torsionale, occorre anche fare una breve pre-rotazione dell’elica in senso opposto, e fare quindi il movimento nel modo più rapido possibile, nella direzione richiesta dalla funzione.
      6. Ripetere l’operazione alcune volte per familiarizzarsi con questo tipo di movimento veloce, concentrandosi sui punti 2.3.4.5., e l’operazione diventerà subito facile, istintiva ed efficace.
      7. Fare attenzione: non esagerare nell'operazione di bloccaggio del dadone con incasso a croce. Infatti, la forza necessaria allo sbloccaggio del dadone risulta un po’ maggiore della forza richiesta per il suo bloccaggio, una volta effettuata la regolazione. Se si bloccherà il dadone troppo forte, occorrerà poi una maggiore forza per sbloccarlo.
      8. Non occorre, quindi, serrare troppo a fondo il dadone. Normalmente, è sufficiente un serraggio medio, ottenuto con 2-3 impulsi, per prevenire che la regolazione dell’elica vari da sola. La Regolazione Istantanea dell' Elica Variabile TIFONE offre i grandi vantaggi di poter:
        • Adattare immediatamente la potenza dell’Atomizzatore in funzione delle opportunità:
        • Regolare la potenza di penetrazione in funzione delle esigenze dell'impianto, a Vaso o a Palmetta,
        • Regolare la potenza in modo da minimizzare le perdite per deriva, spesso dovute a un eccesso di potenza di irrorazione,
        • Regolare l'Atomizzatore anche per l'uso con trattori di potenza minima, senza sovraccaricarli.

 

ELICA VARIABILE ISTANTANEA TIFONE… Utilità.

L'Elica Variabile è regolabile in soli 6 sec., direttamente su campo.
La Regolazione dell'Elica a variazione Istantanea consente di diminuire o aumentare il Volume d'Aria prodotta del ventilatore, quindi la Potenza effettiva di trattamento dell'atomizzatore, con i seguenti Vantaggi:

      1. Graduazione della potenza di trattamento e adattarla esattamente a qualsiasi tipo di coltura arborea
      2. Evitando il trattamento in Eccesso
      3. Riducendo così fortemente le perdite per Gocciolamento a terra e,
      4. Riducendo le grandi perdite per Deriva aerea
      5. Azionamento dell'atomizzatore anche con trattori di potenza assai ridotta.
      6. Notevoli risparmi di carburante al trattore e
      7. Notevole riduzione del rumore, quindi minore inquinamento acustico ambientale.

 

ELICA VARIABILE ISTANTANEA TIFONE... Manutenzione.

L'Elica Variabile Istantanea non richiede attenzioni particolari.
Si consiglia tuttavia di effettuarne un lavaggio settimanale, con lancia a mano, in caso di accumulo di fango od altri detriti, specie sul lato posteriore del mozzo, cioè la parte del mozzo verso il moltiplicatore.

 

ELICA VARIABILE ISTANTANEA TIFONE... Riparazione.

La riparazione dell’Elica Variabile Istantanea si ottiene con la semplice sostituzione delle parti eventualmente danneggiate.

 

ELICA VARIABILE ISTANTANEA TIFONE... Rottura.

Le Eliche TIFONE, le sole a Regolazione Istantanea, sono estremamente robuste e resistono a regimi di rotazione molto elevati.

Le velocità di rotazione dell'Elica, sulle macchine varia da 2.000 a 2.575 giri/min. Tuttavia, l’entrata di un corpo estraneo offensivo :

      • Un ramo,
      • Un pesante sacchetto di plastica o
      • Altro corpo estraneo, può determinare la rottura di una o più pale dell’elica.

Tale rischio viene quasi completamente annullato dalla griglia di aspirazione di sicurezza.

IMPORTANTE!

Rispettare la Griglia di Sicurezza !

Non lavorare mai senza la Griglia di sicurezza montata e ben fissata.
Né "rarefarla", asportando parte dei suoi anelli.
La Griglia in dotazione è a norma di Legge e la sua asportazione o manomissione determina gravissimi Pericoli e Responsabilità, anche penali, per il Proprietario della macchina e per l'Utente.

In caso di asportazione o manomissione dalle Griglia del ventilatore, ogni Garanzia viene immediatamente a scadere ed ogni danno o conseguenza ricadranno interamente sul responsabile della manomissione.

ATTENZIONE:

Il passaggio di guadi o profonde depressioni allagate, può determinare l’immediata esplosione dell’elica, in caso di immersione con l’elica in moto.

Torna sopra


FLUSSIMETRO o FLUSSOMETRO DIGITALE.

Il Flussimetro consente la misurazione istantanea, quindi il controllo dei flussi erogati dall'Atomizzatore.

I Flussi misurabili dal FLUSSIMETRO Digitale sono:

      1. Portata Istantanea erogata dal lato irrorante DESTRO
      2. Portata Istantanea erogata dal lato irrorante SINISTRO
      3. Portata Istantanea TOTALE DESTRO + SINISTRO
      4. Portata Temporale, Erogata durante un certo periodo di tempo.
      5. Portata Erogata per effettuare il trattamento di un certo appezzamento.
      6. Portata Totale erogata da una certa data od ora.

Il FLUSSIMETRO Digitale è costituito da 2 elementi principali:

      • Gruppo rilevatore di portata e calcolatore
      • Gruppo Visore.

Per garantirne un buon funzionamento nel tempo é indispensabile che il Flussimetro sia flussato (lavato all'interno) con acqua pulita dopo ogni utilizzo della macchina. In caso di non funzionamento, quasi certamente ciò è dovuto a mancato flussaggio, per cui i residui secchi hanno determinato una precarietà del sistema.
Per ripristinarne il funzionamento, occorre smontare ed eliminare ogni residuo.

Torna sopra


FORMULE UTILI

      1. Calcolo dei Litri/min. per i quali regolare l'Atomizzatore per erogare un dato Volume/ Ettaro.
      2. Calcolo dei Litri/Ettaro corrispondenti ad una erogazione data in Litri/min.
      3. Verifica della velocità del trattore in base ai secondi impiegati per coprire 100 m.
      4. Calcolo del n. di Piante presenti in un Ettaro.

 

 

FORMULE   UTILI   nei  Trattamenti  Antiparassitari  in  AGRICOLTURA

Abbreviazioni
I =  Interfila (distanza interfilare), metri
600 =  Numero fisso
P =  Passo piante, metri 
Ha =  Ettari (100x100 = 10.000 mq)
L/Ha = Litri /Ettaro (Volume / Ettaro

L/min = Litri al minuto
min. = minuto
sec. = secondo
m. = metro
Km/h = Chilometri/ora
La Formula seguente calcola i Litri/min. a cui regolare la macchina per distribuire un dato  Volume / Ettaro = Litri / Ettaro.

Litri/min. necessari per erogare un dato Volume / Ettaro :


   L/Ha  x  Interfila m  x  Km/h
 __________________________   =   Litri / minuto
                  600

Esempio:  Per distribuire 500 L/Ha  (Litri/Ettaro) :


      500  x  4 m  x  6 Km/h
    _____________________   =   20 Litri/minuto
                   600

La Formula seguente calcola i Litri / Ettaro corrispondenti ad una data erogazione in Litri / minuto

Litri/Ettaro corrispondenti ai Litri/min. erogati :


        l/min   x   600
  _____________________    =   Litri / Ettaro
   Interfila m    x    Km/h

Esempio:  Se la macchina eroga 20 L / min. :


          20   x   600
  _________________    = 500 Litri / Ettaro
    4 m   x   6  Km/h

La Formula seguente calcola i Km/h (velocità trattore)  in secondi impiegati dal trattore a coprire 100 m.

Km/h  corrispondenti ai secondi impiegati a coprire 100 m. :


         360
   __________     =     Km/h
     secondi

Esempio:   Se il trattore impiega 60 sec. a coprire 100 m. :


          360
      ________     =   6  Km/h
           60

La Formula seguente calcola il n. di Piante presenti in un Ettaro.

n. di Piante presenti in un Ettaro :


                10.000
  _____________________    =   n. Piante/Ettaro
  Interfila m x   Passo m.

Esempio:  l'Interfila  4 m. e Passo piante  3 m. :


     10.000
    ________    =    n.  833  Piante per Ettaro
      4  x 3

Torna sopra


FRIZIONE ANTIURTI, per Cannone Flexigun TIFONE.

La Frizione Antiurti Totale TIFONE è un sistema che assorbe gli urti accidentali diretti al boccaglio del Cannone.

La Regolazione della tensione del sistema a frizione, si effettua tramite la regolazione della tensione delle 4 viti e molle.

Le dette 4 Viti e molle sono accessibili dopo sollevato il manicotto in gomma alla base della struttura di puntamento orizzontale.

Il Manicotto in gomma si libera tramite l'allentamento della fascetta che lo blocca alla base.
Il sistema a frizione deve essere normalmente regolato secondo il punto di "Reset", previsto, per ottenere un puntamento angolare entro il normale settore di lavoro.

Una regolazione diversa da quella corrispondente a quella di "Reset", consente di operare su un settore diverso desiderato.

Torna sopra


LAVA-CIRCUITO.... è importante?

L'Impianto 'Lava-Circuito' rappresenta una dotazione assai importante negli atomizzatori moderni. Esso, infatti, consente il lavaggio istantaneo dell'intero circuito idrico della macchina, dal serbatoio fino agli ugelli (serbatoio, pompa, filtri, tubazioni ed ugelli), garantendo in tal modo un pronto funzionamento ad ogni nuovo utilizzo ed una durata moltiplicata della macchina.

L'Impianto 'Lava-Circuito' è di serie su tutti i modelli TIFONE: Portati, Trainati e Semoventi.

 

LAVA-CIRCUITO... come si usa?

Il Lavaggio del circuito della macchina dopo ogni suo uso, elimina i residui di miscela antiparassitaria, evitandone la sedimentazione ed evitando che la loro aggressività danneggi le parti in gomma della macchina (membrane, guarnizioni, tubazioni).

Il Lava-Circuito si usa così :

      1. Prima di mettere in moto l'Atomizzatore, effettuare sempre il riempimento del serbatoio Lava-Circuito, con acqua pulita.
      2. Terminato il lavoro, con l'atomizzatore in moto, chiudere le valvole di erogazione agli ugelli e portare la leva della valvola di lavaggio dalla normale posizione 'SPRAY' (= IRRORAZIONE), alla posizione 'WASH' (= LAVAGGIO). Il tal modo, la pompa aspirerà dal serbatoio di Lavaggio. Poiché le valvole di erogazione sono chiuse, l'acqua pulita, aspirata dal serbatoio di Lavaggio, verrà scaricata nel serbatoio miscela antiparassitaria, attraverso il circuito di ritorno della pompa. In tal modo, la miscela antiparassitaria residua entro il serbatoio ed entro il circuito dell'atomizzatore verrà diluita per favorire il lavaggio.
      3. Una volta aspirata totalmente l'acqua pulita dal serbatoio di Lavaggio (circa un minuto) riportare la leva della valvola di lavaggio in posizione 'SPRAY'. 
      4. Quindi, aprire le valvole di erogazione degli ugelli e lasciare irrorare fino ad esaurimento.
      5. In tal modo, sia il serbatoio che l'intero circuito saranno lavati e la macchina sarà pronta per il prossimo utilizzo, senza problemi.

 

LAVA-CIRCUITO... Serbatoio contenente ancora Miscela.

Quando il serbatoio contiene Miscela Antiparassitaria che non si vuole diluire, il Lavaggio può essere limitato al solo circuito, cioè: pompa, filtri, tubazioni, collettori ed ugelli, escluso il serbatoio della Miscela antiparassitaria.

Prego, Agire come segue :

      • Portare il regolatore di pressione al massimo,
      • Aprire le valvole erogatrici degli ugelli dell'apparato ventilatore,
      • Mettere in moto la pompa di pressione e farla ruotare al minimo di giri possibile.

Infatti, al minimo dei giri, la pompa produce una portata limitata, sempre sufficiente per effettuare il Lavaggio, ma senza produrre eccesso di portata e, quindi, senza scaricare acqua di ritorno nel serbatoio. Inoltre, la pressione, regolata al massimo, forza tutta la portata prodotta dalla pompa ad uscire attraverso gli ugelli, e non a ritornare in serbatoio.

 

LAVA-CIRCUITO...Serbatoio Miscela vuoto.

Quando il serbatoio contenente la Miscela Antiparassitaria è vuoto, il Lavaggio sarà integrale, e si effettuerà come descritto. Cioè si effettuerà il Lavaggio dell'intero circuito, pompa, filtri, collettori ed ugelli ed anche dell'interno del serbatoio stesso.

Torna sopra


MANOMETRO... La pressione pulsa fortemente..

Vi è aria nel circuito o vi è un'aspirazione d'aria.

Vedi spiegazioni avanti, sotto POMPA.

Torna sopra


MEMBRANE POMPA... Sostituzione..

ATTENZIONE: Le membrane sono normalmente in Gomma Nitrilica.
In caso di uso di Formulati antiparassitari particolarmente aggressivi possono venire usate membrane il materiali speciali quali: VITON, DESMOPAN, ecc.

Verificare il tipo di materiale prima di effettuare la sostituzione.

La sostituzione delle membrane della pompa è un'operazione un po’ delicata e che richiede alcune particolari attenzioni.
Se non se ne ha una precisa esperienza, è preferibile rivolgersi ad un'officina autorizzata o ad un tecnico esperto.

In ogni modo, occorre rispettare i seguenti passaggi:

      1. Togliere la pompa dalla macchina.
      2. Porla su un banco di lavoro pulito.
      3. Togliere tutte le testate della pompa e le relative membrane.
      4. Svuotare totalmente il carter pompa da residui d'olio ed acqua, ribaltandolo (infatti e pompe non presentano più il tappo di scarico inferiore).
      5. Effettuare un accurato lavaggio dell'interno del carter pompa con nafta, e scolare completamente per eliminare ogni residuo..
      6. Asciugare tramite getto ad aria compressa.
      7. Verificare che le parti meccaniche (bielle, albero, cuscinetti, pistoni) non abbiano subito danni da un'eventuale uso prolungato della pompa, dopo l'avvenuta rottura delle membrane.
      8. Nell'eventualità, sostituire i pezzi meccanici danneggiati.
      9. Effettuare il montaggio delle nuove membrane e dei relativi dadi e del disco di trattenimento.
      10. Immettere olio, attraverso il bicchierino di livello, fino a che esso non raggiunga il livello minimo indicato su di esso.
      11. Scarico dell'aria. Lo scarico totale dell'aria è basilare poiché, se rimangano bolle d'aria sotto le membrane, ne possono determinarne la rapida rottura.
      12. Per scaricare l'aria, fare ruotare l'albero della pompa a mano, lentamente, per favorire totale espulsione dell'aria, che si vedrà gorgogliare attraverso il bicchierino di livello. La rotazione dell'albero andrà effettuata con vantaggio in senso alternato.
      13. Rabboccare l'olio via-via. Con l'espulsione dell'aria, il livello dell'olio scenderà....
      14. Rabboccare a piccole dosi e continuare a far ruotare l'albero nei due sensi, fino a che nessuna bolla d'aria si presenti più nel il bicchierino di livello.
      15. Completato lo scarico dell'aria, si può ora rimontare la pompa sulla macchina.
        • IMPORTANTE. Ripetiamo: E' necessario essere certi che non sia rimasta aria all'interno, il che impedirebbe il completo riempimento di olio delle camere tra pistone e membrana, con il crearsi di bolle d'aria che potrebbero determinare una rapida nuova rottura delle membrane stesse. QUINDI,
      16. Prima di utilizzare la macchina definitivamente, fare ruotare ancora la pompa LENTAMENTE per 5 min. a 10 bar, per completare con sicurezza il totale scarico dell'aria.
      17. Controllare poi ancora e correggere il livello dell'olio che, a pompa ferma, non deve superare la tacca di livello minimo indicata sul bicchierino.

Torna sopra


MOLTIPLICATORE... Controllo olio.

I moltiplicatori TIFONE sono assai robusti e non richiedono nessuna speciale manutenzione, a parte il controllo del livello olio e la sua sostituzione periodica.

1.. Controllo Livello olio. Effettuare il controllo ogni circa 200 ore di lavoro. Dopo ogni uso della macchina, controllare che non si presentino perdite, anche minime, di olio. 2.. Sostituzione olio.

Si consiglia la sostituzione dell’olio ogni 500 ore di lavoro.

 

MOLTIPLICATORE... Sostituzione olio e Controlli.

Si consiglia la sostituzione dell’olio ogni 500 ore di lavoro.

Per un Controllo Generale prima dello svuotamento si consiglia di:

      1. Controllare che non si notino perdite o trasudamenti evidenti dai paraoli.
      2. Controllare che l’albero di entrata e l’albero di uscita non presentino giochi.
      3. Fare girare il moltiplicatore per 10 min. per raggiungere un sufficiente riscaldamento e scorrevolezza dell’olio.
      4. Togliere il tappo di scarico e raccogliere l’olio.
      5. Lasciare scolare per almeno 5 minuti, avendo cura di alzare il timone e la ruota del lato utile a favorire lo scarico totale.
      6. Immettere olio fino al raggiungimento del livello indicato. Usare olio SAE 40-20.

Torna sopra


POMPA... Si rompono i piedi.

La causa è rappresentata dal cardano i cui tubi sono troppo lunghi e non lasciano spazio di scorrimento sufficiente ad assorbire la sterzata massima del trattore.

Rimedio: Correggere la lunghezza del cardano tenendo presente che:

      1. A trattore allineato con la macchina, i due tubi scorrevoli devono risultare infilati, l'uno nell'altro, ancora per almeno 1/3 della loro lunghezza totale.
      2. In condizioni di sterzata massima, ove lo spazio si accorcia, i due tubi Cardano devono presentare ancora una riserva di corsa di almeno 3 cm. Infatti, a fine corsa, il cardano inizia a spingere s contro l’albero della pompa determinandone la rotture dei piedi o, addirittura, del corpo stesso della pompa.

Inoltre, tenere presente che:

Il Cardano è un elemento molto importante e che può pregiudicare il Funzionamento e la Durata della macchina e la Sicurezza in lavoro. Esso deve scorrere liberamente anche sotto carico. Si consiglia di preferire i nuovi tipi di cardani con tubi a guida 'multilobo', che assicurano un migliore scorrimento, anche nel tempo.

Il Cardano va tenuto perfettamente pulito e ingrassato. Controllare frequentemente il libero scorrimento dei due tubi le cui superfici scorrevoli devono essere mantenute perfettamente pulite e lubrificate.

In caso di deformazione o schiacciamento, anche minimo, dei tubi, lo scorrimento viene immediatamente compromesso, con gravi rischi personali per l'Operatore e per la macchina operatrice da esso comandata.

 

POMPA...Esce acqua dal paraolio frontale.

Probabilmente si è rotta almeno una membrana.

Controllare se il bicchierino di livello olio contiene olio pulito, od anche acqua mista all’olio.
Se contiene acqua mista ad olio, almeno una membrana è rotta.

Rimedio: Sostituire tutte le membrane (vedi Membrane Pompa : Sostituzione).

 

POMPA...Produce un forte sbattimento..

Può essere determinato da :

      1. Filtro di Aspirazione parzialmente otturato. Rimedio: Aprire il Filtro di Aspirazione collegato alla pompa, controllare e pulire. Fare bene attenzione a rimontare correttamente la guarnizione OR, per evitare gocciolamenti ed aspirazioni d'aria.
      2. Pozzetto di aspirazione entro kl serbatoio parzialmente otturato. Rimedio: Controllare che il pozzetto di aspirazione, sul fondo del serbatoio, sia perfettamente libero da corpi estranei (frutti, stracci ecc., o forti sedimenti)
      3. Una valvola di aspirazione o mandata della pompa ha un elemento rotto (molla o gabbia). Ciò è probabile solamente in pompe che hanno lavorato molto, o che hanno lavorato a velocità eccessiva (oltre i 540 giri della PDF trattore)

Rimedio: smontare le singole valvole della pompa, sia lato aspirazione che lato mandata, e controllare.
Sostituire le parti valvole eventualmente danneggiate.

 

POMPA...Livello olio.

Il livello olio della pompa si controlla attraverso l'apposito bicchierino trasparente montato sulla pompa stessa.

Ricordare che, a pompa ferma, il livello dell'olio deve essere in corrispondenza della tacca inferiore, quindi appena visibile.

Non aggiungere olio oltre detto livello.
Infatti, a pompa in moto, il livello olio sale fino a circa metà bicchierino, il che è normale.
Se si aggiunge olio in eccedenza esso verrà espulso.

 

POMPA...Non fa pressione, o poca..

Il Circuito non entra in pressione....

EFFETTUARE LE SEGUENTI VERIFICHE:

      1. Verificare che l’olio, entro il bicchierino di livello olio della pompa, non sia misto ad acqua. Se l’olio è misto ad acqua sarebbe la prova che vi è una membrana della pompa rotta. Caso raro, ma possibile. NOTA IMPORTANTE. L’olio entro il bicchierino di livello detto deve essere alla tacca minima, a pompa ferma. Non aggiungere olio oltre pensando che il livello sia troppo basso, in quanto, quando la pompa è in movimento, l’olio in eccesso sarebbe espulso.
      2. Verificare che non sia rotto il Manometro stesso, cioè che la lancetta non salga, ma la pressione in uscita sia corretta.
      3. Se la lancetta del manometro “vibra” significa che è rimasta aria nel circuito di pressione. Scaricarla portando il pomello rosso alla pressione minima e anche aprendo il rubinetto sulla entrata del Regolatore di pressione.
      4. Verificare che il serbatoio sia pulito, e non contenga corpi estranei (frutti o stracci caduti dentro o altro) che potrebbero portarsi di fronte al punto di aspirazione, ed otturarlo.
        • NOTA IMPORTANTE: Non togliere mai il Filtro di immissione nel serbatoio dalla sua sede, per evitare assolutamente il rischio che corpi estranei vi cadano dentro.
      5. Verificare che la cartuccia del filtro di aspirazione, applicato a lato della pompa, sia ben pulito.
      6. Con il serbatoio pieno di acqua, togliere il coperchio del filtro aspirazione per verificare che l’acqua esca liberamente e che, quindi, il tubo di aspirazione dal fondo interno serbatoio non sia. anche solo parzialmente, otturato.

 

ALTRE POSSIBILI CAUSE:

Causa 1.. Vi è un’infiltrazione d'aria nel circuito di aspirazione.

Rimedio: Riempire totalmente il serbatoio principale e osservare che non vi siano gocciolamenti dal Filtro di Aspirazione : potrebbe essere stato mal ri-montato dopo pulizia e la guarnizione OR non fare ora una buona tenuta. In caso di gocciolamento, allentare e togliere la Ghiera filtro e la Calotta e rimontare facendo attenzione che l'OR sia bene alloggiato. Serrare a fondo con le mani, quindi non eccessivamente. Se il Filtro di aspirazione invece non perde, verificare che non vi siano perdite dal tubo di aspirazione e dai relativi raccordi, dal filtro aspirazione fino al serbatoio.

 

Causa 2.. Il Filtro di aspirazione è otturato. In tal caso la pompa fa anche un netto rumore di "sbattimento", generato dalle valvole che non riescono a lavorare normalmente. Attenzione a miscelare 2 o più formulati ! ...alcuni di essi sono reciprocamente reattivi e possono precipitare e formare dense poltiglie che otturano filtro e tubazioni di aspirazione !

Rimedio: aprire il Filtro di aspirazione, controllare e pulire accuratamente la Cartuccia e rimontare. Fare attenzione alla guarnizione OR che deve essere rimontata accuratamente, per evitare gocciolamenti ed aspirazioni d'aria (vedi punto 1..)

 

Causa 3.. Il Circuito di aspirazione è otturato dall'interno serbatoio. In tal caso la pompa fa anche un netto rumore di "sbattimento".

Rimedio: controllare che il pozzetto di aspirazione, all'interno del serbatoio, sia libero e non vi siano corpi estranei come frutti, stracci o altro.

IMPORTANTE : non togliere mai il filtro d’immissione del serbatoio e sostituirlo invece immediatamente appena fosse minimamente danneggiato! Ciò previene inconvenienti futuri !

 

Causa 4.. La Valvola di Lavaggio a 3-vie è stata dimenticata su "WASH" ed il serbatoio di lavaggio è vuoto !

Rimedio: controllare e riportare la valvola su "SPRAY".

 

Causa 5.. La Valvola di Lavaggio è posizionata su "FILTER" ed è quindi chiusa !

Rimedio: controllare e riportare su "SPRAY".

 

Causa 6.. La Pompa potrebbe avere le membrane rotte.

Rimedio:

      1. Togliere il coperchietto del bicchierino di livello olio della pompa e verificare che contenga solo olio e non olio mischiato ad acqua,
      2. Se l'olio è apparentemente basso di livello, ricordare che, a pompa ferma, l'olio deve risultare appena visibile, cioè in corrispondenza della tacca in basso di livello, quindi aggiungere solo il minimo necessario,
      3. Se l'olio non contiene acqua ed è a livello, la pompa è ok.

 

Causa 7.. Il Pomello Rosso di Regolazione Pressione potrebbe essere totalmente a zero.

Rimedio: controllare.

 

POMPA...Sostituzione delle membrane..

La sostituzione delle membrane è un'operazione un po’ delicata e che richiede alcune particolari attenzioni.
Se non se ne ha una precisa esperienza, è preferibile rivolgersi ad un'officina autorizzata o ad un tecnico esperto.

In ogni modo occorre rispettare i seguenti passaggi:

      1. Togliere la pompa dalla macchina.
      2. Porla su un banco di lavoro pulito.
      3. Togliere tutte le testate della pompa e le relative membrane.
      4. Svuotare totalmente il carter pompa da residui d'olio ed acqua, ribaltandolo (infatti ormai le pompe non presentano più il tappo di scarico inferiore).
      5. Effettuare un accurato lavaggio dell'interno del carter pompa con nafta, e scolare completamente per eliminare ogni residuo..
      6. Asciugare tramite getto ad aria compressa.
      7. Verificare che le parti meccaniche (bielle, albero, cuscinetti, pistoni)non abbiano subito danni da un'eventuale uso prolungato della pompa, dopo l'avvenuta rottura delle membrane.
      8. Nell'eventualità, sostituire i pezzi meccanici danneggiati.
      9. Effettuare il montaggio delle nuove membrane e dei relativi dadi e del disco di trattenimento.
      10. Immettere olio, attraverso il bicchierino di livello, fino a che esso non raggiunga il livello minimo segnato sullo stesso.
      11. Scarico dell'aria. Lo scarico totale dell'aria è basilare poiché, se rimangano bolle d'aria sotto le membrane, ne possono determinarne l'immediata o rapida rottura.
      12. Per scaricare l'aria, fare ruotare l'albero della pompa a mano, lentamente, per favorire la totale espulsione dell'aria, che si vedrà gorgogliare attraverso il bicchierino di livello. La rotazione dell'albero andrà effettuata con vantaggio in senso alternato.
      13. Rabboccare l'olio via-via. Con l'espulsione dell'aria, il livello dell'olio scenderà
      14. Rabboccare a piccole dosi e continuare a far ruotare l'albero nei due sensi, fino a che nessuna bolla d'aria si scarichi più attraverso il bicchierino di livello. 
      15. Completato lo scarico dell'aria, si può ora rimontare la pompa sulla macchina. IMPORTANTE. E' necessario assicurarsi che non sia rimasta aria all'interno, il che impedirebbe il completo riempimento di olio delle camere tra pistone e membrana con il crearsi di bolle d'aria che potrebbero determinare una rapida ulteriore rottura delle membrane stesse. QUINDI,
      16. Prima di utilizzare la macchina definitivamente, fare ruotare ancora la pompa LENTAMENTE per 5 min. a 10 bar, per completare con sicurezza il totale scarico dell'aria.
      17. Controllare poi ancora e correggere il livello dell'olio che, a pompa ferma, non deve superare la tacca di livello minimo indicata sul bicchierino.

 

POMPA...Svuotamento per protezione antigelo..

Il Gelo può arrecare gravi danni alla pompa.

E' quindi indispensabile svuotare totalmente la pompa prima della messa a riposo invernale- Comunque in ogni caso di rischio di gelata.

Per lo svuotamento della pompa agire come segue :

      1. Svuotare completamente il serbatoio principale della macchina,
      2. Disconnettere i tubi di mandata dalla pompa,
      3. Smontare la calotta del filtro aspirazione,
      4. Aprire il rubinetto di servizio della pompa (quello in basso),
      5. Fare girare la pompa a vuoto per scaricare al massimo l'acqua contenuta,
      6. Per maggiore sicurezza, in caso di rischio di forti gelate, si consiglia di immettere Antigelo, introducendolo dal Filtro di aspirazione e, contemporaneamente, fare girare la pompa a mano per favorirne l'entrata.

 

POMPA...Vi è Fuoriuscita di acqua ed olio..

In caso di Fuoriuscita di acqua ed dall'anello di tenuta sull'albero o dal bicchierino livello olio della pompa, significa che almeno una membrana è rotta.
Occorre quindi effettuare la sostituzione di tutte le membrane e di tutte le guarnizioni della pompa.

 

POMPA... Vibra e la pressione pulsa.

Può essere dovuto a :

      1. La pompa non ha scaricato totalmente l'aria.
        • Rimedio: Aprire il rubinetto di scarico sulla pompa, oppure portare la pressione a zero per favorire l'espulsione dell'aria residua.
      2. Se, nonostante scaricata l'aria, il difetto persiste: Vi è una Infiltrazione d'aria in aspirazione.
        • Rimedio: Riempire totalmente il serbatoio ed osservare se vi sono gocciolamenti dal filtro di aspirazione o da qualche altro punto del circuito di aspirazione (raccordi e tubi). In tal caso eliminarli.
      3. Una delle valvole di aspirazione o di mandata ha un elemento rotto (molla o gabbia). Ciò è probabile solamente in pompe che hanno lavorato molto, oppure che hanno lavorato a velocità eccessiva (oltre i 540 giri della PDF)
        • Rimedio: smontare le singole valvole, sia lato aspirazione sia lato mandata, e controllare. Sostituire le molle e valvole eventualmente danneggiate o usurate. IMPORTANTE: Non superare la velocità standard dei 540 giri/min. alla Presa di forza.
      4. Il compensatore di pressione è scarico o la relativa membrana-calotta è rotta.
        • Rimedio: provare a gonfiare (circa 7 bar). Se non tiene, sostituire la relativa membrana-calotta.

Torna sopra


PRESSIONE... Aprendo gli ugelli, va a zero.

Se, quando apro l'erogazione agli ugelli, la pressione al manometro va a zero, può essere che l'ugello dell'agitatore si sia svitato e staccato, per cui il condotto ora scarica un’eccessiva quantità di acqua.

Rimedio: Controllare l'agitatore ed eventualmente montare un nuovo ugello.
Come rimedio temporaneo, chiudere il rubinetto di alimentazione dell'agitatore.

 

PRESSIONE... Non sale.

CAUSE possibili:

      1. Vi è aria nel circuito : Apri il rubinetto di scarico posto sull'entrata del Regolatore di pressione, per qualche secondo per fare scaricare l'aria.
      2. L'ugello dell'agitatore è molto usurato ed eroga troppa acqua: Sostituisci.
      3. Una o più membrane della pompa sono rotte : Vedi MEMBRANE POMPA

 

PRESSIONE... Se cala a serbatoio parziale.

      • La Pompa aspira aria dal filtro di aspirazione: Controlla che l'OR entro la ghiera del filtro di aspirazione sia ben alloggiato.
      • La Pompa aspira aria da altro punto: Controlla tutto il tubo di aspirazione, raccordi e fascette.
      • L'aspirazione è otturata nel serbatoio: Verifica la pulizia del serbatoio.

Torna sopra


RADIOCOMANDO, non funziona.

Verificare il fusibile di protezione.
Verificare che la batteria integrata sia carica.

Torna sopra


SONDA ASPIRA-SCIOGLI FITOFARMACI F2.

Dispositivo speciale TIFONE che consente di Aspirare qualsiasi Formulato Liquido, in Polvere o Granulare, direttamente dalla confezione originale (Bottiglia, Sacco, ecc)
Efficace, Rapido e Sicuro: Aspira e Scioglie all’istante qualsiasi tipo di Formulato.

Il Formulato viene Aspirato e Sciolto all'istante e Scaricato automaticamente entro il filtro boccaporto di immissione!

E non direttamente nel serbatoio, ove sedimenterebbe e non si scioglierebbe mai completamente ! 

Inoltre, Con la Sonda Aspiratore "F2". 

      1. Non si disperdono Fitofarmaci nell'ambiente
      2. L'operatore non tocca, ne’ inala più i fitofarmaci.
      3. L'operatore non pre-scioglie più le Polveri ed I Granulati in un secchio od altro contenitore separato.
      4. L'operatore è certo del totale scioglimento (totale !) delle Polveri e dei Granulati.
      5. L'operatore risparmia tempo.
      6. L'operatore lavora in condizioni di totale igiene e sicurezza.

Torna sopra


SONDA ASPIRA-SCIOGLI FITOFARMACI F2...Se Aspira poco o nulla..

      1. Vi è un’aspirazione d'aria. Rimedio : controlla che tutti i punti di congiunzione fra la sonda e il dispositivo F2 tengano bene.
      2. La pressione alla pompa è insufficiente.
        • Rimedio: Regolare il pomello Rosso di pressione del Telecontrol ad almeno 25 bar. Tenere presente che a 30 - 35 e 40 bar l'effetto aspirante è ancora maggiore.

Torna sopra


UGELLI...Come mai si otturano ??

Non deve succedere mai in un atomizzatore TIFONE. Se gli Ugelli si otturano, le cause possono essere:

  1. Non è stato effettuato il lavaggio del circuito dopo l'ultimo utilizzo della macchina, per cui una parte della miscela rimasta è sedimentata, creando corpi solidi.
    • Rimedio: Togliere tutte le "piastrine" ugelli, mettere in moto la macchina e lasciare scaricare per qualche secondo. Pulire accuratamente le piastrine otturate e rimontare.
  2. La cartuccia dell'AUTOFILTER si è danneggiata. Ciò può succedere in caso di uso prolungato di acqua che contiene sabbia o terra, tipico dell'acqua prelevata da canali.
    • Rimedio: Smontare la Culatta (tappo base, in ottone) del Telecontrol e sostituire la cartuccia danneggiata. Sostituire anche le 3 relative guarnizioni.

UGELLI...Non chiudono e gocciolano.

Esistono diversi tipi di Valvole Antigoccia applicate agli ugelli:

  1. Tipo a MEMBRANA. Membrana rotta. Togliere il coperchietto e sostituirla.
  2. Tipo a PISTONCINO.
    • Non è stato fatto il lavaggio del circuito a fine lavoro e vi sono residui che ne ostacolano la chiusura.
    • La molla è rotta. Verificare, eventualmente, sostituire.
    • La guarnizione a labbro è rotta o danneggiata. Verificare, eventualmente, sostituire.
  3. Tipo a SFERA IN GOMMA (Brev. TIFONE)
    • Controllare la sfera in gomma.
    • Sostituire se danneggiata

IMPORTANTE: Il buon funzionamento e la durata delle valvole antigoccia dipendono molto dal lavaggio del circuito della macchina dopo ogni utilizzo.

Torna sopra


VOLUME ETTARO...Come calcolo i litri-minuto ?

ll Volume-Ettaro, cioè la quantità di miscela antiparassitaria distribuita per Ettaro, viene variata in funzione dell'impianto da trattare (altezza piante, densità fogliare, sviluppo vegetativo, tipo di parassita da combattere,…).

Si rende quindi necessario poter calcolare rapidamente i Litri/minuto corrispondenti, onde poter calibrare l'atomizzatore per il Volume/Ettaro richiesto.

Il calcolo dei Litri/minuto corrispondenti ad un dato Volume/Ettaro, si ottiene tramite le nota formula :

Litri/ettaro x Interfila x Kmh trattore / 600 = Litri/minuto totali, Dx + Sx

Vedi anche la voce FORMULE UTILI

Torna sopra